Proteggi la tua Privacy

Oggi, grazie ad Internet, è diventato sempre più semplice condividere le proprie passioni, pensieri e le proprie tendenze nei modi più diversi. Ecco perché diventa indispensabile prestare particolarmente attenzione a quello che pubblichiamo sia esso sotto forma di foto, video o testo. Proteggere la tua privacy oggi non è più da considerarsi una cosa facoltativa; è molto importante che tu gli presti la dovuta attenzione.

Allora cosa puoi fare?

Devi capire che ogni azione che compi sulla rete, in internet, arrivano in qualche modo a qualcuno. Cerco di spiegarti in breve come avviene questo meccanismo cioè come una “persona” può entrare in possesso di dati sensibili che ti riguardano.

Pensa ad esempio a quando fai acquisti on line, quando effettui una prenotazione, o scarichi un’applicazione gratuita o partecipi a qualche sondaggio o semplicemente stai visitando un sito internet e così via.
Tutte queste azioni vengono tracciate e arrivano ad esempio ad aziende, autorità governative e/o istituzioni che raccolgono questi ‘preziosi’ dati personali e li usano per svariati scopi.
Quindi, la prima cosa a cui devi sempre prestare attenzione è quello che scarichi da Internet sul tuo pc; valuta se sei su un sito sicuro (pui fare delle brevi ricerche su di esso con un motore di ricerca), verifica che presenti un’appropriata informativa sulla privacy; se hai dei dubbi in merito evitalo nel modo più assoluto.

Se sei arrivato a leggere fino a questo punto dovrei essere riuscito ad attirare la tua attenzione.
Ti dovrebbe essere più chiaro il fatto che ogni qual volta compi azioni on line devi assicurarti che lo stai facendo in tutta sicurezza.

Altro aspetto importante che non devi trascurare è quando fai delle operazioni on line ad esempio mediante la tua banca, acquisti on line su siti di eCommerce o pagamenti delle tue bollette sul sito della società che ti eroga il servizio; in tutti questi contesti evita nel modo più assoluto di utilizzare questi servizi se non sei a casa tua, cioè se non stai utilizzando la tua rete internet o quantomeno non sei assolutamente certo di essere in una rete protetta e quindi sicura. Inoltre impara a scegliere una solida password per proteggere i tuoi servizi più importanti (la banca on line ad esempio). In ogni caso devi sempre chiederti:

A chi sto affidando i miei dati personali?

Perché è importante questa domanda?

Esattamente, sto’ parlando della tua identità, ovvero di tutti quei dati che concorrono a riconoscerti come utente su internet.
Il fenomeno è più comunemente noto come (leggi fishing) phishing; questa modalità di ‘attacco’ ha come unico scopo quello di rubare i tuoi dati personali come nome utente, password, dati bancari o numeri di carta di credito per poi sottrarti in modo illecito denaro oppure commettere altri pericolosi reati utilizzando la tua identità. Capisci ora la pericolosità della cosa?

Queste frodi si presentano in diverse forme e spesso facilmente individuabili, basta che tu stia un po’ più attento. Ad esempio email scritte con un italiano scorretto e poco comprensibile in cui ti viene chiesto di “aggiornare i tuoi dati del tuo conto corrente altrimenti ti verrà sospeso”, oppure di “cliccare su un link per aggiornare le tue credenziali” ad una mail list a cui non ti sei mai iscritto; gli esempi potrebbero continuare all’infinito.

RICORDA UNA BANCA O UN QUALUNQUE ALTRO SERVIZIO ON LINE NON TI CHIEDERÀ’ MAI NEL MODO PIÙ’ ASSOLUTO DI FARE TALI OPERAZIONI UTILIZZANDO QUESTI CANALI.

Tutto questo però non basta perché ci sono tante altre informazioni che dobbiamo controllare prima di avventurarci sul web, ad esempio la nostra privacy.
Hai mai sentito paralre di ‘cyberstalking’ , per ulteriori dettagli segui questo link (Cyberstalking) ovvero di casi di molestie fatte esclusivamente on line?

Come difendersi da queste spiacevoli situazioni?

In rete puoi trovare diverse risorse, tra quelle che ti suggerisco sono alcune regole base riportate sul sito della Polizia Postale. Oltre a queste ti consiglio di controllare le impostazioni del tuo utente relative alla privacy del Browser e dei tuoi social network preferiti.

Google, ad esempio, ti mette a disposizione una pagina (GOOLGE Privacy) da cui puoi gestire tutte le impostazioni del tuo account google. Altri social come Twitter, Facebook e Google+ mettono a disposizione un’intera sezione dalla quale gestire la privacy delle tue informazioni.
In un articolo, “I social network e la privacy” spiego nel dettaglio come gestire la privacy dei propri contenuti su Facebook ponendo l’accento su come sia facile mettere a nudo tutto di noi stessi.

Vorrei concludere questo articolo dando qualche consiglio a chi come me è un genitore.

Genitori, come potete insegnare ai vostri figli a navigare in tutta sicurezza

Quello che stai pensando ora dopo aver letto questo sotto-titolo è : “ma come si può fare, è un’impresa impossibile” .
In effetti è una vera e propria sfida proteggere i nostri figli da questo tipo di pericoli. Ma voglio precisarti una cosa che ritengo molto importante: quì non sto demonizzando internet, non ti sto dicendo che devi proteggere tuo figlio da Internet, anche perchè sarebbe come combattere contro i mulini a vento. Quello da cui tuo figlio deve stare attento è da chi può rubare la sua identità, dai cyberbulli, dai predatori sessuali. Molto spesso un adolescente ma purtroppo anche una persona più adulta tende ad ignorare questi aspetti apparentemente elementari ma così importanti.

Prima di poter affrontare questo argomento però, caro genitore, devi saper alcune cose da non trascurare.

Un tempo uno dei consigli più validi era quello di tenere il computer in un locale accessibile da tutta la famiglia in modo che tu come genitore potevi sempre avere il controllo della situazione, quanto meno un adolescente non rimaneva solo in camera con Internet. Oggi questa regola pur rimanendo valida (non la interpretiamo però come una restrizione, usiamo equilibrio mi raccomando), con l’avvento degli smartphone e dei tablet un giovane adolescente può accedere a qualunque informazione, in qualunque momento e dovunque si trovi.

Qual è uno dei più grossi pericoli quindi?

Un giovane adolescente mediante questi nuovi dispositivi potrebbe dare più informazioni on line di quante dovrebbe. Come puoi tu genitore a questo punto intervenire?

“Il fatto che alcuni abbiano incidenti stradali non significa che guidare sia sbagliato. Lo stesso vale per l’uso di internet”.

Tu genitore devi essere in grado di fargli capire come si può utilizzare internet con prudenza, senza imporgli delle regole rigide o perché pensi che internet sia un “mostro”.
Spiega a tuo figlio che qualche malintenzionato potrebbe raccogliere alcuni dati, foto e forse anche il suo numero di cellulare e risalire all’indirizzo dove abita. Fagli capire questa realtà.
E’ chiaro che, in un’era in cui i ragazzi conoscono molto bene la tecnologia, per un genitore risulta un compito arduo parlare la loro stessa lingua e aiutarli a capire quanto è importante riflettere prima di postare qualcosa su internet.

Voglio descrivervi alcuni punti che puoi seguire, li elenco così potrai ricordarli meglio.

  1. Insegna a tuo figlio a riflettere, ad usare la testa (ad esempio, questa foto che sto per pubblicare come influirà sulla mia reputazione on line?).
  2. Insegnate a vostro figlio dei valori non delle regole (non siete dei poliziotti che possono controllarlo 24 ore al giorno né questo sarebbe giusto).
  3. Insegnate a vostro figlio di gestire bene il tempo; devono imparare a dare delle priorità alle cose, sopratutto quelle più importanti.

Lascia una risposta

Avvisami dei
avatar
500
wpDiscuz
TI E' PIACIUTO L'ARTICOLO?
Unisciti alla mia community e ricevi regolarmente aggiornamenti gratuiti su questo argomento. E' disponibile subito un bonus e una guida gratuita per te!
Niente paura. I tuoi dati non saranno ceduti o condivisi con altri. La tua email sarà utilizzata esclusivamente da me per inviarti eventuali aggiornamenti.
Powered by Optin Forms