Girl

Sono convinto che una delle cose più difficili da fare nella propria vita sia quella di raccontare se stessi al punto da riuscire ad attrarre l’attenzione di qualcuno. Ecco cosa cercherò di raccontarti con questo articolo, imparare a promuovere se stessi.

Sembra incredibile ma nel corso della mia esperienza lavorativa ho avuto sempre più riscontri sul fatto che persone che reputavo ‘molto valide nel loro mestiere’, intelligenti e altamente professionali non erano in grado di vendere se stessi o quello che sapevano fare.
Inizialmente non riuscivo a darmi delle spiegazioni su come fosse possibile, poi finalmente ho capito la vera ragione dei loro fallimenti: l’incapacità di valutarsi, cioè riuscire a dare a se stessi un ‘valore di mercato‘.

E’ assolutamente una verità il fatto che alcuni nascono con dei doni rispetto ad altri, e il sapersi vendere, o detto in modo più elegante, la capacità di mettere in risalto le proprie capacità o i propri punti di forza, è un’arte che non tutti posseggono; ma è altrettanto vero che comunque è indispensabile seguire alcune regole fondamentali se si vuole arrivare a raggiungere l’obiettivo.

Su internet puoi trovare centinaia di argomenti su questo tema ognuno dei quali mette a fuoco un’aspetto particolare, qui non ti insegno niente di nuovo, ti aiuterò semplicemente a capire quali ragionamenti devi fare per mettere in risalto la tua migliore qualità, trovare il tuo ‘obiettivo’ e raggiungerlo attraverso tre fasi essenziali.

A chi si rivolge questo articolo? A chiunque, giovani o senior, casalinghe o professionisti. In particolare se sei uno studente e stai pensando a cosa farai terminati gli studi, questo articolo ti può dare alcuni suggerimenti importanti per le tue scelte future.

Promuovere se stessi non significa vantarsi, ma riuscire a mettere in luce le proprie potenzialità tenendo sempre a mente quali sono gli obiettivi e i propri punti deboli.

La prima fase riguarda l’esplorarsi, cioè devi chiederti (Chi sono?)

Cosa ti rende unico? Qual’è la tua personalità?
Rispondere a queste domande in modo razionale e con “onestà intellettuale” non è cosa semplice ma è il modo migliore per definire se stessi identificando i propri punti di forza.

E’ un po’ come una trama di un film dove tu sei l’attore principale che si muove all’interno di un copione; devi imparare a capire il tuo ruolo all’interno di questa trama e quali saranno le parti che dovrai recitare. Devi pian piano costruire il tuo soggetto, cercando di definire in modo chiaro quali sono i tuoi obiettivi e le tue caratteristiche principali, solo così riuscirai a recitare al meglio.

Esplorazione (chi sei?)

Iniziamo con la fase più importante ma allo stesso tempo più critica.
Cosa ti rende unico? Qual è la tua personalità? Trovare risposte a queste domande è il modo giusto per definire ed esplorare sé stessi identificando i propri punti di forza.
Comprendere il proprio ruolo all’interno della “trama” sottile da costruire ti permetterà di vedere il mondo in una maniera totalmente nuova.

Conoscersi è sicuramente importante ma ciò che fa la differenza è arrivare a conoscere il tuo target di riferimento, cioè chi vuole ascoltare la tua storia.

Chiarito questo primo passo passiamo also step successivo:

Essenza (Chi vuoi essere veramente?)

A questo punto dovresti avere definito chi sei e puntare a costruire chi vuoi essere.
La tua vision sarà fondamentale per poter fondare la tua storia, fondarla su una promessa; una promessa che dovrai mantenere e seguire in tutto ciò che fai. Raccontare la tua storia nel miglior modo possibile e con sincerità; ricordati che sarà la tua storia, unica e diversa da tutte le altre.

Scrivere la propria storia consiste nel fare leva sulle emozioni delle persone, dei tuoi “lettori”. Il coinvolgimento parte quasi sempre da un aneddoto e non da sterili statistiche.
Quindi ogni qual volta devi fare un colloquio di lavoro, oppure vuoi attirare le attenzioni degli altri con un tuo blog o semplicemente nella vita di tutti i giorni, impara ad essere te stesso e a curare i modi, la forma e soprattutto le tue reali conoscenze.

Espressione (Come lo comunicherai agli altri?)

Con il web oggi hai a disposizione molti strumenti molto validi che ti permettono di divulgare il tuo profilo, i tuoi pensieri, articoli e quant’altro. La cosa importante e la forma che tu gli darai e come questi appariranno agli altri. Ricordati che non importa se userai Linkedin, Twitter o Facebook per farti conoscere o far conoscere un tuo prodotto o idea; ciò che conta più di ogni altra cosa è l’impronta digitale che permane nel tempo e che non potrà più essere rimossa. Questa è rappresentata dai contenuti che pubblichi, le foto o altro . Ricordati, prima di pubblicare qualunque cosa sul web che ti riguarda, assicurati che raggiunge lo scopo per cui la stai pubblicando, altrimenti potrebbe sortire un effetto contrario.

Raccontare se stessi non è immediato, occorre tempo e riguarda una fase lunga e in continuo aggiornamento. Spetterà a te, alle tue capacità comunicative, riuscire a mantenere il tuo profilo sempre aggiornato e appetibile.

Per concludere ti lascio alcuni punti che personalmente ritengo indispensabili:

  • Raccontare se stessi non è un programma di miglioramento personale, ma un approccio operativo che ti permetterà di capirti meglio e sfruttare le tue potenzialità, una volta individuate, tenendo sempre a mente il tuo sviluppo professionale.
  • Il carisma è un dono appartenente a pochi. Questo è il vero carburante che permette a chi lo possiede di distinguersi dagli altri.
  • Ricordati che è un processo continuo, non finisce mai e che tende sempre a migliorare e plasmare le tue azioni per ottenere il successo desiderato.

Alla prossima.

Lascia una risposta

Avvisami dei
avatar
500
wpDiscuz
TI E' PIACIUTO L'ARTICOLO?
Unisciti alla mia community e ricevi regolarmente aggiornamenti gratuiti su questo argomento. E' disponibile subito un bonus e una guida gratuita per te!
Niente paura. I tuoi dati non saranno ceduti o condivisi con altri. La tua email sarà utilizzata esclusivamente da me per inviarti eventuali aggiornamenti.
Powered by Optin Forms