Sicurezza dei bambini on line
Quale genitore ad un certo punto, influenzato anche dal contesto in cui vive, non ha deciso di regalare uno smartphone al figlio di circa 10 anni così che in qualunque momento può sentirlo e assicurasi che stia bene?

Credo che la maggior parte dei genitori prima o poi  è arrivato a fare un ragionamento di questo tipo. Oggi si vedono bambini di 10 o 11 anni con in mano strumenti tecnologici che in realtà non sono semplici telefoni, ma dei veri e propri computer.
La differenza sottile ma allo stesso tempo enorme tra uno smarphone e un pc è la disarmante  semplicità che uno smartphone ha di essere connesso. Un bambino, nato in un mondo sempre più interconnesso, non ha alcuna difficoltà ad utilizzarlo; usa ad esempio le chat come whatsup per conversare con i suoi compagni di scuola, oppure esplora Facebook per vedere le foto pubblicate dalla mamma o naviga su YouTube per vedere cartoni, videogiochi o altro.
Il punto è se i genitori sono consapevoli dei pericoli enormi che si celano dietro ad un apparente strumento utile e innocuo.

Segui questa guida introduttiva su come proteggere i propri figli nell’uso di internet. Scarica la guida gratuita.
Guida introduttiva

Osserva per favore la foto all’inizio dell’articolo, non noti con quanta attenzione il papà aiuta il figlio a muovere le sue prime pedalate sulla sua bici nuova? Ogni attenzione è sul suo bambino che sta cominciando ad andare in bici. Perché caro genitore non presti la stessa attenzione nell’educare e seguire con altrettanta attenzione tuo figlio mentre muove i suoi primi passi su internet?

La parola d’ordine è che tu, caro genitore, devi formarti, se necessario anche studiare nei limiti delle tue possibilità di tempo per essere in grado di spiegare ai tuoi figli come usare questi i dispositivi mobili e le regole basilari per navigare in internet, ma soprattutto devi essere in grado di capire il loro linguaggio. Se da solo pensi di non essere in grado di farlo puoi sempre farti aiutare da amici fidati o da chi è esperto del settore che può darti quelle informazioni elementari ma necessarie per preparare te stesso e i tuoi figli prima che lo faccia qualcun altro ma nel modo sbagliato.
Da dove iniziare per proteggere i bambini on line?

I mezzi ormai sono tanti ma puoi partire dalla base, attivando i cosi detti ‘Parental Control’ . Vediamo insieme cosa sono e come puoi attivarli sui tuoi dispositivi mobili.
Il parental control o filtro famiglia è il sistema che permette ad un genitore di monitorare o bloccare l’accesso a determinate attività da parte del bambino (siti pornografici, immagini violente o pagine con parole chiave) e anche di impostare il tempo di utilizzo di computer, tv, smartphone e tablet.
Senza fare la figura degli “spioni”, attraverso il parental control è possibile monitorare il comportamento online dei propri figli evitando di limitarne l’accesso: sarà sufficiente creare per loro un profilo utente personale dal quale farli connettere. Prezioso aiuto per contenere i rischi del web e per valutare l’attività online dei più piccoli, è importante ricordare che il parental control supporta la presenza di un adulto e non si sostituisce ad esso.

Vediamo insieme come con pochi click è possibile impostare il vostro smartphone o computer a prova di bambino.



Guida per Android (Tablet)

Se possiedi un tablet Android è posibile dalle ultime versioni gestire più utenti con rispettive password di accesso. Questo significa che puoi creare un utente appositamente per i tuoi figli e concedergli solo alcuni permessi, vediamo questo cosa significa in pratica.

E’ sufficiente andare ad “Impostazioni”, poi scegliere “Utenti” e infine cliccare su “Aggiungi utente o profilo”. Una volta creato il nuovo il profilo, bisogna scegliere l’opzione “Profilo con limitazioni”, se si vuole modificare il nome dell’utente, bisogna cliccare su “Nuovo Profilo” e immettere il nome desiderato.
Dopo aver completato la creazione del profilo,  si possono attivare o disattivare le applicazioni che il nuovo profilo può utilizzare: puoi bloccare WhatsApp per evitare che possa comunicare con sconosciuti a tua insaputa o il Google Play Store se si vuole che il tuo bimbo faccia acquisti non voluti.
Finito di attivare e disattivare le app, è necessario premere il tasto di accensione e tornare così alla schermata di blocco, dove in basso vedremo l’icona del profilo appena impostato.
Attento però perché queste impostazioni valgono solo per i tablet Android ma non per gli Smartphone che non hanno ancora, al momento in cui sto scrivendo questo articolo, queste funzionalità. E’ possibile però utilizzare il blocco dello schermo con la funzionalità delle impronte digitali, se previsto dal modello, oppure puoi installare delle app appositamente create per bloccare le applicazioni che ritenete opportuno.

Ecco il link sul play store dove puoi trovare le migliori app consigliate per la protezione dei bambini.

Guida per iOS (iPhone e iPad)

Proteggere i vostri bambini mentre utilizzano il vostro iPhone o iPad è molto semplice. L’azienda della mela morsicata ha previsto all’interno delle impostazioni un’opzione dedicata al parental control: “Restrizioni”. Per attivarla è necessario entrare dentro le “Impostazioni”, cliccare su “Generali” e scrollare verso il basso fino a quando non si trova “Restrizioni”.
Una volta abilitato il controllo, vi verrà richiesto un codice con cui poter modificare le impostazioni che avete scelto. Si può limitare l’accesso a Safari, alla Fotocamera, all’App Store, a tutte le applicazioni che i bambini non saprebbero come usare alla perfezione.

Infine ti segnalo questa app ‘Custodio’ , è un software veramente completo che protegge il pc, il tablet e lo smartphone quindi ti dà il controllo su tutti i dispositivi mobili che possiedi, è un’app universale. Leggi quì per capire come funziona.

Lascia una risposta

Avvisami dei
avatar
500
Emanuela
Ottimo articolo! I nostri figli nella maggior parte dei casi sono molto più esperti di noi nel campo tecnologico ma non hanno la più pallida idea dei pericoli che ci… Leggi ancora »
admincrismer

Grazie Emanuela per la tua riflessione! A presto!

wpDiscuz
TI E' PIACIUTO L'ARTICOLO?
Unisciti alla mia community e ricevi regolarmente aggiornamenti gratuiti su questo argomento. E' disponibile subito un bonus e una guida gratuita per te!
Niente paura. I tuoi dati non saranno ceduti o condivisi con altri. La tua email sarà utilizzata esclusivamente da me per inviarti eventuali aggiornamenti.
Powered by Optin Forms