Ti sei mai chiesto quante applicazioni e siti web hanno accesso alle tue informazioni? Se usi Facebook, Twitter oppure uno smartphone ci sono molte aziende che raccolgono dati su di te e lo fanno gratis.

Molte applicazioni sono gratuite, utilizzabili liberamente, ti sei mai chiesto il perché? Semplice, perché utilizzandole contribuisci a raccogliere dati personali per riempire gli archivi di queste società, sto parlando naturalmente dei tuoi dati personali.

Ma che fine fanno questi dati, migliaia o milioni di informazioni? Vengono meticolosamente raggruppate e poi vendute!

Questi dati potrebbero essere ad esempio le nostre abitudini di navigazione, abitudini di spesa, i luoghi visitati, le persone con cui comunichi e altro ancora. Viene tracciato un profilo completo su di te.

Molte persone danno accesso ai loro dati inconsapevolmente senza sapere cosa c’è dietro a quell’applicazione, social network o altro. Il punto è che tutto è incredibilmente di grande valore perché… Tutto è basato su studi di marketing e che permettono successivamente di avere ritorni in pubblicità e di conseguenza in nuovi Clienti.

Grazie alle tue azioni inconsapevoli permetti ad aziende di diversi settori di indirizzare in maniera precisa la loro pubblicità così che sono in grado di raggiungere le persone giuste e in maniera efficace.

Ora capisci perché può essere una buona idea fare un controllo sulla privacy per vedere se hai delle applicazioni o servizi che accedono alle tue informazioni private. Spesso capita che abbiamo installato applicazioni sul nostro smartphone per provarle ma in realtà poi non le usiamo più e magari queste stesse app registrano le nostre abitudini di navigazione.

Da dove iniziare allora?

Intanto come ti suggerivo poco fa, potresti iniziare con il disinstallare quelle applicazioni che in realtà non stai più usando. Devi sapere che oltre ad evitare di essere ‘spiato’ contribuisci anche ad una maggiore durata della batteria del tuo smartphone perché elimini un’applicazione che periodicamente si collegava ad internet per inviare i dati raccolti al su ‘Server’.

Se hai un iPhone (o iPad), vai nel menù Settings > Privacy > Location Services e guarda la lista delle applicazioni che hanno accesso alla posizione del tuo iPhone. Scorri questa lista e dove ritieni appropriato, cambia l’impostazione da ‘Sempre‘ a ‘Mentre la usi‘ oppure ‘Mai‘. Io ti suggerisco di usare l’impostazione che risulta essere la più vantaggiosa, ‘Mentre la usi‘, che significa che l’applicazione cercherà di individuare la tua posizione solo nel momento in cui la stai usando.

Se invece hai uno smartphone con Android, la nuova versione del sistema operativo Marshmallow 6.0, ti permette di dare i permessi ad un’applicazione solo se necessario. Per esempio,  ci sono applicazioni (come quelle che fanno da torcia) che accedono al Gps del cellulare quando non è necessario o non né hanno in realtà bisogno. Con questo nuovo sistema operativo, l’applicazione ti notificherà:”dovrei accedere alla tua posizione gps” al primo utilizzo che né fai così che hai la possibilità di accettare o meno. E’ evidente che una app che simula ujna torcia non ha bisogno di accedere ai nostri dati di posizione.

Per concludere, vai sul sito web MyPermissions , accedi con il tuo utente Facebook, Twitter e altri e questo servizio effettuerà una scansione per verificare quali applicazioni o servizi hai collegati. Scorri la lista che ti viene proposta come risultato disinstalla qualsiasi applicazioni che non riconosci o no reputi più utile. Il lavoro che compie sostanzialmente questo servizio è disconnettere tutti quei siti web che accedevano ai tuoi dati.

Ora dovresti avere più chiaro cosa succede a tua insaputa quando usi il tuo computer, tablet o smartphone. Come ti ho mostrato i tuoi dati, le tue abitudini, le tue preferenze e gusti, vengono meticolosamente raccolte e categorizzate per poi essere vendute a grosse compagnie di marketing che studiano su questi dati ed elaborano la giusta proposta di vendita che un giorno forse raggiungerà anche te che potresti essere il prossimo cliente.

Lascia una risposta

Avvisami dei
avatar
500
wpDiscuz
TI E' PIACIUTO L'ARTICOLO?
Unisciti alla mia community e ricevi regolarmente aggiornamenti gratuiti su questo argomento. E' disponibile subito un bonus e una guida gratuita per te!
Niente paura. I tuoi dati non saranno ceduti o condivisi con altri. La tua email sarà utilizzata esclusivamente da me per inviarti eventuali aggiornamenti.
Powered by Optin Forms